Alcune piante "esotiche-tropicali" coltivate da me nel mio giardino in campagna,in Provincia di Fermo nelle Marche.

Questo genere di piante purtroppo non ama il freddo e considerando che da noi gli inverni non sono dei più tiepidi occorre almeno per la maggior parte di esse proteggerle mettendole in serra o coprirle se piantate sul terreno. Fruttificano difficilmente e se lo fanno danno frutti scadenti e piccoli che non hanno nulla a che fare con quelli prodotti nei vari paesi di origine. Comunque vale la pena coltivarle,anche in vaso,perchè molte sono belle anche senza frutti e danno infine molta soddisfazione.

 

                                                      Elaeagnus umbellata - Albero dei Coralli

foto di piante tropicali  foto di piante tropicali coltivate da noi

Pianta da frutto, originaria dell´Asia dell´est, conosciuta anche come albero dei coralli o olivo d’autunno, l´Elaeagnus umbellata è caratterizzata da una crescita rapida e disordinata e può svilupparsi sia come albero, sia come arbusto. Le foglie ellittiche, 4-10 cm di lunghezza per 2-4 di larghezza, sono alterne, con picciolo corto. Di color verde chiaro sulla pagina superiore, sono bianco-argentee e vellutate al tatto in quella inferiore.

I fiori sono bianco-crema, molto profumati e sbocciano ad aprile-maggio. Ad essi seguono i frutti rossastri, globosi, gelatinosi e dal gusto acidulo, che maturano tra Settembre e Novembre. Molto apprezzati dagli uccelli, possono essere consumati sia freschi sia utilizzati per la preparazione di marmellate o succhi di frutta. Un´ottima fonte di sali minerali e vitamine (A, C ed E).

Pianta molto rustica, necessita di un terreno ben drenato e anche se predilige terreni acidi, può vegetare tranquillamente in qualsiasi tipo di terreno, anche povero. Molto resistente al freddo, resiste fino -40 °C. Inoltre grazie alla tolleranza all´aria salmastra, è sovente impiegato nelle località marine come barriera frangivento. Gradisce una esposizione in pieno sole e terreno sempre leggermente umido. Le due foto in alto sono di una pianta che cresce nel mio giardino già fruttificante. Potete trovare le piantine in molti vivai.

                                                                 (Feijoa sellowiana)

foto frutti tropicali coltivati da noi  foto di frutti tropicali coltivati da noi
 
E' un arbusto sempreverde originario di alcune zone montuose del Sudamerica. Di crescita molto lenta, raggiunge mediamente i 4-7 metri di altezza. Le foglie, ellittiche e opposte, sono di color verde-bluastro sulla pagina superiore e grigiastre e vellutate al tatto in quella inferiore. I fiori molto vistosi, sbocciano in maggio-giugno e presentano petali bianco-rosati con stami rosso-porpora, molto ornamentali. Ad essi, seguono i frutti dalla forma da sferica ad ovale e di color verde-grigio. Commestibili, cadono spontaneamente dalla pianta quando giungono a maturazione; ciò avviene generalmente in ottobre-novembre.
La polpa, racchiusa da una spessa e robusta buccia, è di color bianco-giallastro, molto zuccherina e dal sapore che ricorda sia l´ananas sia la fragola.
Pianta molto rustica, che si adatta perfettamente nelle zone rivierasche, riesce a sopravvivere anche in zone con inverni più freddi, come alcune zone del nord d´Italia. Gelate o freddi tardivi possono però compromettere la fioritura precoce e quindi pregiudicare la messa a frutto. Anche se la Feijoa sellowiana sopporta moderatamente temperature inferiori allo zero, temperature inferiori ai -7 -9 °C sono invece letali. L´esposizione sarà in pieno sole, avendo cura di ombreggiarle nei caldi pomeriggi estivi. Nelle foto sopra una nostra pianta già fruttificante.
                                                        (Goji)Lycium barbarum
foto di frutti tropicali coltivati da noi  foto di piante tropicali coltivate da noi
 

Il Lycium barbarum, chiamato e più conosciuto come Goji, è un arbusto molto vigoroso, appartenente alla famiglia delle Solanaceae. Coltivato in gran parte del mondo, cresce spontaneamente in vaste aree di Cina e India, nelle valli delle catene montuose himalayane, mongole e tibetane. Da adulto si sviluppa fino ad una altezza di 1-3 metri, con foglie lanceolate o ovate, alterne, verdi o grigio-verdi.

La fioritura avviene a seconda della zona climatica da giugno a settembre, con fiori tubulari-campanulati color viola-lavanda. Ad essi seguono i frutti, le famose bacche di Goji. Maturano da agosto a ottobre sempre secondo la zona climatica. Ricche di antiossidanti e di vitamina A, vitamina B e potassio, le bacche hanno una forma allungata, lunghe 1-2 cm e presentano un colore rosso-arancio. All'assaggio fresco somigliano a dei piccoli pomodorini. La pianta cespugliosa deve essere sostenuta con dei tutori per i suoi rami ricadenti molto lunghi e flessibili.

Pianta molto rustica, può essere coltivata all´esterno in quasi tutta l'Italia. Resiste da -15 °C +40 °C ed è molto resistente alla siccità. Solo le giovani piante messe a dimora nell´anno andranno annaffiate regolarmente. Quelle adulte, si accontentano delle piogge e si dovrà intervenire con annaffiature di soccorso, solo in caso di temperature torride o in caso di prolungati periodi di siccità.

La posizione sarà in pieno sole o in ombra parziale. La trovate in piantine in quasi tutti i vivai. Le foto sopra sono della nostra pianta in campagna già fruttificante. N.B. i frutti che produce non sono di 1/2 cm come quelli originali ma al massimo di 5/6 mm.

                                                              Asimina triloba ( Banano di montagna)

foto di piante tropicali coltivate da noi 

Albero da frutto, l´Asimina triloba, raggiunge mediamente i 4-5 metri di altezza, con una fitta chioma e con grandi foglie alterne, ellissoidali, di color verde intenso, che virano verso il giallo, prima di cadere. I fiori campanulati e di color rosso-violaceo.I frutti dell´Asimina triloba, hanno una polpa dolce e profumata, molto gradevole al palato. Di colore bianco, talvolta tendente al giallo pallido, presenta una consistenza cremosa, densa e soda.

La maturazione generalmente, avviene da fine agosto e per tutto settembre, ma in zone climatiche molto fredde può protrarsi fino ad ottobre. Originaria degli Stati Uniti d´America, dove era considerata una specie selvatica, è stata di molto rivalutata per la sua rusticità e per la bontà dei suoi frutti. Anche in Italia la notorietà di questa pianta è in continuo aumento.

Il nome comune banano di montagna o banano del nord, può far intuire facilmente le condizioni climatiche ideali per questa pianta. L´Asimina triloba, gradisce infatti, inverni freddi ed estati moderatamente calde. Il fabbisogno di freddo, anche molto intenso è assolutamente indispensabile. Mentre la pianta non va a frutto in caso di estati eccessivamente calde perm cui queste particolari condizioni climatiche la rendono coltivabile in gran parte della nostra penisola. In alto una foto di quel che rimane di una bella piantina che ancora non decolla e stenta a crescere da noi in campagna.

                                                          citronella (genere Cymbopogon)

                                                                           lemon grass.

foto di piante tropicali coltivate da noi   immagine di lemon grass Lemon grass 1

Sono piante a portamento cespuglioso che possono raggiungere anche il metro di altezza. Il fusto è eretto con foglie nastriformi di un bel colore verde intenso tendente al bluastro e ricadenti ed entrambi emanano un gradevole profumo agrumato.La citronella ha un odore che ricorda il limone e viene largamente usata in India e in altri paesi dell'Asia come ingrediente di salse e zuppe. Viene anche usata per la preparazione di tisane. Si usa in cucina fresca a pezzi come contorno e condimento di piatti di carne,pesce e insalate.La citronella viene apprezzata per l'estrazione della sua essenza aromatica che tutti conoscono.  Le candele e  i lumini contenenti quantità significative di quest'olio hanno la proprietà di allontanare le zanzare e profumare gli ambienti.

Il lemon grass è una pianta erbacea perenne sempreverde; costituisce cespi densi, eretti, che possono raggiungere il metro di altezza durante il periodo vegetativo, con lunghe foglie nastriformi di colore verde chiaro brillante, dalla consistenza cartacea, abbastanza spesse e ricadenti, che sono portate da fusti eretti, rigidi, simili a piccoli bambù. La sua forma è molto simile a quella dell'erba cipollina ma le foglie presentano un bulbo bianco alla base che ricorda il Porro.

È una pianta molto resistente, ma non sopporta gli sbalzi termici e il vento.Nella foto sopra una delle nostre piante di Lemon grass che coltiviamo da alcuni anni in campo aperto con buoni risultati,soprattutto in cucina.

                                      Avocado : Persea Gratissima o Americana.

Che dire ,penso che tutti conoscono il frutto e pochi la vera pianta. Quì in Italia cresce abbastanza bene anche se soffre il freddo e le gelate ,(già a 2/3 ° soffre )! Se avete le piantine in vaso allora si possono portare negli interni, sa le avete piantate in piena terra ,allora bisognerà coprirle per bene,sperando che non arrivino grandi gelate.

Si possono comprare piantine già grandicelle dai vivai oppure farle nascere dal seme del frutto come moltissimi sanno e hanno già fatto. L'unico problema è che non tutti i semi sono buoni e non tutti emettono radici e successive piantine.

Comunque una volta nate si pongono in vasetti ben concimati e drenati in penombra con numerose innaffiature quotidiane.

Poi man mano che crescono si trasferiscono in vasi più grandi o direttamente sulla terra.

Amano posizioni semi ombreggiate ma apprezzano anche il pieno sole. Qualche concimatura annua e diradazione dei rami in eccesso ,soprattutto quelli con attaccatura bassa al tronco. Non hanno grandi nemici come le nostre piante (afidi,pidocchi,ragnetti rossi,cocciniglie,muffe,ecc.). Hanno foglie medio grandi allungate verdissime e lucide. Le nuove emissioni stagionali sono rossastre. I nostri due avocadi fioriscono da due anni ma per adesso nessun frutto....! Sig....!

Speriamo prossimamente. (p.s. i fiori per uno strano meccanismo sono difficilmente fecondabili anche se sono piante  autofertili).

semi avocado avocado piante

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito usa i cookie per fornirti un'esperienza migliore. Se usi questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie